NEWS
sample66
03MAG

Open day alla base dell'elisoccorso e 118 di Como sabato 18 maggio

Porte aperte alla base dell'elisoccorso e 118 di Como per conoscere da vicino il mondo del soccorso sanitario. E’ tutto pronto per la V edizione dell’open day che si terrà sabato 18 maggio.
La Base di Villa Guardia (via Firenze 118, di fronte a Cartocci Strade), dove ha sede la Soreu (Sala operativa regionale emergenza urgenza) dei Laghi – 118 ed è di stanza l’elicottero del 118, è pronta ad accogliere nuovamente la cittadinanza dopo il successo delle precedenti iniziative.

Le visite sono gratuite ma è necessaria la prenotazione: grande successo nelle precedenti edizioni, con i posti andati esauriti in poco tempo.

I medici, gli infermieri, i tecnici, il personale aeronautico e quello delle associazioni di Volontariato (Cri, Anpas, Faps e Fvs), della Protezione Civile comasca, del Corpo Nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico (Cnsas) e dei Vigili del Fuoco saranno a disposizione per illustrare i meccanismi che sono alla base della complessa macchina che governa gli interventi sanitari. Dalla chiamata al NUE 112, alla gestione della telefonata da parte della Sala Operativa del 118 fino all’attivazione delle équipe, dei mezzi di terra e dell’elicottero per il soccorso e il trasporto in ospedale.
Come prenotare le visite guidate alla base dell'elisoccorso di Como

L’iniziativa, organizzata dall’AREU – Agenzia Regionale Emergenza Urgenza e dall’Azienda Socio Sanitaria Territoriale Lariana con il supporto di Babcock Mission Critical Service Italia S.p.A, la società che opera il servizio aeronautico, prevede quattro visite guidate alle 9, alle 11, alle 14 e alle 16.

Per la visita è obbligatoria la prenotazione inviando una mail a comunicazione@asst-lariana.it.

Chi si iscrive dovrà indicare la fascia oraria, nomi e cognomi dei partecipanti e l’età di eventuali bambini e ragazzi. I posti sono limitati.

Come si svolge la visita guidata

Ogni tour guidato inizierà con un momento di accoglienza nell’Aula Formazione e proseguirà nell’area esterna dove gli ospiti, accompagnati dagli esperti del soccorso, potranno scoprire da vicino i mezzi utilizzati nell’attività sul territorio, quelli per le maxi emergenze, quelli dei Vigili del Fuoco e della Protezione Civile, l’elicottero AW 139 in uso nella base comasca e dal 2016 dotato di tecnologia Nvg (Night vision goggles) per il volo notturno. Sarà presente anche un’unità cinofila per la ricerca delle persone sepolte sotto le valanghe.

A tutti i partecipanti sarà regalata la seconda edizione del libro “Tra terra e cielo”, scritto dalle giornaliste Francesca Guido e Francesca Indraccolo, realizzato in occasione delle celebrazioni del trentennale dell’Elisoccorso. All’evento, sostenuto anche dalla Fondazione Alessandro Volta di Como, parteciperà anche una delegazione della Fondazione Pro Elisoccorso – Servizio 118 onlus, che ha finanziato la ristampa del volume.

sample66
01MAG

Guida ai viaggi lunghi in aereo: come affrontarli

Devi affrontare per la prima volta un viaggio lungo in aereo? Abbiamo pensato potesse farti comodo una mini-guida con consigli sui voli intercontinentali. In particolare, troverai:
informazioni utili sulle classi di viaggio;
suggerimenti su cosa portare nel bagaglio a mano;
informazioni sull’intrattenimento a bordo.COSA MANGIARE E BERE PRIMA DI PARTIRE E DURANTE IL VOLO

Così come esiste il mal di mare, esiste anche il mal d’aria, un disturbo dovuto ai movimenti dell’aereo. Questi vengono registrati dall’apparato vestibolare – che si trova nell’orecchio interno ed è legato al nostro senso dell’equilibrio – e, in alcune persone, possono provocare un senso di nausea.
Attraverso alcuni accorgimenti, possiamo alleviare questo sintomo. Per esempio, è bene viaggiare a stomaco pieno. Meglio evitare, però, cibi pesanti e preferire cibi secchi, come biscotti, fette biscottate, crackers e barrette di cereali. Inoltre, puoi ricorrere a un noto rimedio naturale contro la nausea: lo zenzero. Potresti, per esempio, bere un infuso allo zenzero prima del volo.
Per quanto riguarda l’alimentazione a bordo, durante i viaggi a lungo raggio le compagnie offrono gratuitamente pasti, snack e bevande. Se avverti sintomi relativi al mal d’aria, rinuncia a cibi grassi e speziati, alcolici e caffè (anche prima del volo).
In generale, limita il consumo di queste bevande perché portano a una perdita di liquidi e, quindi, a disidratazione. A proposito: sai quanta acqua bere durante il volo? L’Aerospace Medical Association suggerisce di bere otto once d’acqua – circa due bicchieri – all’ora. In questo modo, mantieni l’organismo idratato ed eviti i fastidi alla gola dovuti all’aria secca che si respira in aereo. Certo, probabilmente questo ti porterà a dover andare spesso in bagno. Poco male, così ti tieni in movimento. A proposito…
ESERCIZI DA FARE DURANTE IL VOLO
Fare un po’ di movimento durante un volo lungo aiuta ad arrivare a destinazione in forma. Quindi:

per sgranchirti le gambe, alzati almeno ogni due ore e passeggia in corridoio;
per rilassare i muscoli dei polpacci, da seduto solleva i talloni, portali giù e solleva le punte (fai 3 serie da 10 ripetizioni);
per sciogliere il collo, fai ruotare lentamente la testa verso destra e verso sinistra (5 giri a verso) e piegala in avanti e indietro (ripeti 5 volte);
per le caviglie, da seduto fai roteare prima un piede e poi l’altro, prima in un verso (5 volte) e poi nell’altro (altre 5 volte) e ripeti tre serie per piede;
per eliminare la tensione dalle spalle, falle roteare avanti e indietro (5 roteazioni a verso per 3 volte) mentre stai seduto con la schiena dritta;
quando sei in piedi puoi fare un po’ di streatching: trova un punto d’appoggio e porta prima un piede e poi l’altro verso i glutei afferrandolo con una mano (mantieni la posizione per circa 30 secondi).
Vinci la pigrizia e svolgi questi semplici esercizi: è anche un modo per far passare più velocemente il tempo.

QUALE CLASSE DI VIAGGIO SCEGLIERE?
Se non hai ancora acquistato il biglietto, potrebbe farti comodo sapere quali sono le differenze principali tra la business class e l’economica. Potresti trovarti anche di fronte a una terza opzione, spesso indicata come premium economy, una via di mezzo tra economica e business.Chi acquista un biglietto business class ha la possibilità di usufruire delle aree lounge e dei varchi prioritari (negli aeroporti dove presenti). I varchi prioritari ti permettono di saltare le lunghe file ai controlli di sicurezza e di imbarcarti per primo sull’aereo. L’area lounge può essere una bella comodità se scegli un volo con scali, per cui devi attendere diverse ore in aeroporto. Molte sale lounge ti offrono non solo la possibilità di rilassarti su comodi divani e di mangiare ottimi piatti caldi, ma anche di fare la doccia. Non devi preoccuparti neanche di accappatoio, bagnoschiuma e ciabatte: troverai già pronto il set di cortesia.

Quali sono i vantaggi della business class a bordo? Viaggiare in business class è consigliabile soprattutto per chi sa già di dover lavorare durante il volo perché i sedili sono delle vere e proprie poltrone, hai più spazio per muovere le gambe e ci sono prese di corrente per il computer portatile. Dovrebbero essere predisposte per qualsiasi tipo di spina ma, per sicurezza, porta con te un adattatore, dal momento che potrebbe esserti utile una volta giunto a destinazione.Infine, se vuoi riposare, in business class puoi reclinare il sedile e trasformarlo in letto. Il personale di bordo ti darà anche il piumone.
Vuoi viaggiare in classe economica per risparmiare? Magari non avrai tutte le comodità della business class, ma con un po’ di organizzazione il viaggio sarà comunque gradevole. Vediamo cosa portare con te.
COSA PORTARE IN AEREO PER VIAGGI LUNGHI
Pensiamo innanzitutto a metterci comodi e a garantirci le condizioni migliori per riposare, quindi indossa abiti confortevoli e vestiti a strati. Nel bagaglio a mano, non devono mancare queste 3 cose:

Cuscino da viaggio. Per i voli di lungo raggio, le compagnie mettono a disposizione dei passeggeri cuscini e coperte, ma il cuscino cervicale può aiutarti a sostenere meglio la testa ed evitare dolori al collo.
Un kit di prodotti per l’igiene personale. Prepara un beauty con spazzolino, dentifricio e prodotti che usi nella tua quotidianità (detergenti, trucchi, creme), ma ricorda di rispettare le regole per il trasporto di liquidi: ogni contenitore può avere una capienza massima di 100 ml e il tutto non deve superare un litro. I prodotti liquidi, inoltre, vanno riposti all’interno di una busta di plastica trasparente e richiudibile.
Ciabatte da viaggio. Ultimo oggetto immancabile per metterti completamente a tuo agio. Togliti le scarpe e, quando vuoi fare due passi per sgranchirti le gambe, indossa le ciabatte da viaggio.
Questi sono i tre must have pratici. Vediamo, invece, quali farmaci tenere a portata di mano.
I FARMACI DA PORTARE IN AEREO
Se prendi regolarmente dei farmaci, metti in borsa almeno due dosi in più rispetto a quelle necessarie per il viaggio (porta con te anche un certificato medico che dimostri l’esigenza di assumerli, può tornare utile in caso di controlli). Ricorda che per i medicinali in forma liquida è richiesta la prescrizione medica e che, in genere, le compagnie non mettono a disposizione dei passeggeri sistemi di refrigerazione per i farmaci. Di solito, è concesso trasportare questi farmaci all’interno di borse termiche, ma ti conviene contattare il servizio clienti e approfondire.
Altri farmaci che possono esserti utili durante un viaggio lungo in aereo?

Un analgesico contro disturbi comuni, come il mal di testa.
Farmaci contro i sintomi della cinetosi (mal d’aria): esistono dei farmaci da banco e altri che hanno bisogno della prescrizione medica. Chiedi consiglio al farmacista o, se assumi altri medicinali, al tuo medico curante.
ATTENZIONE ALLE REGOLE PER I BAGAGLI
Come sai, ci sono delle restrizioni per quanto riguarda il peso e le dimensioni dei bagagli, sia di quelli da stiva, sia di quelli a mano. Le regole vengono decise dalle varie compagnie aeree anche in base alle indicazioni dell’ENAC (Ente nazionale per l’aviazione civile).
Ricorda che se non rispetti le norme per la valigia da stivare, paghi un sovrapprezzo, (spesso salato) e che comunque non si può superare un peso massimo stabilito dalla compagnia (in genere, il limite è 32 kg). Il bagaglio a mano che non rientra nei limiti potrebbe anche essere rifiutato e stivato, ma sempre dietro pagamento di un corrispettivo.
Adesso, cerchiamo di rispondere a un’altra domanda: come trascorrere il tempo in aereo?
L’INTRATTENIMENTO A BORDO
In aereo puoi fare molte cose per… far volare il tempo. Di certo, più di quante te ne aspetti. Devi sapere che nei voli internazionali di lungo raggio le compagnie offrono la possibilità di guardare film e programmi (anche per bambini), ascoltare musica o intrattenerti con giochi interattivi da monitor individuali.
In alternativa, puoi utilizzare i tuoi dispositivi (telefono, tablet, pc) per connetterti al wi-fi di bordo. Alcune compagnie offrono il servizio a pagamento (con tariffe che variano da compagnia a compagnia), altre in forma gratuita. Il servizio, però, può servirti più che altro per navigare in rete, controllare i social network o la tua posta elettronica, ma se vuoi vedere film o le tue serie TV preferite è meglio scaricarli prima del viaggio per poterli guardare in aereo in modalità offline.
Ci sono anche compagnie che offrono giornali e riviste da leggere sul proprio dispositivo. Certo, il problema dell’utilizzo di smartphone e computer è che la batteria non dura in eterno.
Puoi ricaricare i tuoi dispositivi in aereo? Alcune compagnie danno la possibilità di collegarti a un’entrata USB o a una presa elettrica.
Ovviamente tutte queste comodità cambiano da compagnia a compagnia, anche in base alla classe di volo scelta. Quindi, prima di partire, fai qualche ricerca per conoscere l’offerta d’intrattenimento a bordo prevista per il tuo volo. Così saprai anche se è il caso di portare con te il tuo pc o meno.
Speriamo che questa mini-guida per affrontare i viaggi lunghi in aereo ti sia stata utile. Un ultimo consiglio prima di lasciarti: stipula un’assicurazione di viaggio che ti offra assistenza medica e copra eventuali spese sanitarie, oltre a rimborsarti per lo smarrimento del bagaglio o di effetti personali o in caso tu debba annullare o interrompere il viaggio. Proteggerti dagli imprevisti costa meno di quello che pensi.

sample66
27APR

Dai polmoni ai reni, organi in miniatura pronti per lo spazio

Polmoni, reni, midollo osseo e cartilagine: un carico di organi umani in miniatura si prepara a partire alla volta della Stazione Spaziale Internazionale il prossimo 30 aprile, a bordo della capsula Dragon. Obiettivo dell'esperimento, organizzato dai National Institutes of Health (Nih) degli Stati Uniti, e' studiare le malattie in condizioni di microgravita', nella speranza di poter osservare dettagli che sulla Terra e' difficile cogliere.

Il lancio e' in programma da Cape Canaveral con il razzo Falcon 9 della SpaceX. Gli organi in miniatura si trovano su chip tridimensionali e, oltre alle malattie, potranno essere la chiave per studiare fenomeno piu' complessi e dovuti a numerosi fattori, come l'invecchiamento. Alcune malattie, inoltre, potranno essere studiate in condizioni ideali perche' il loro decorso puo' essere accelerato dall'assenza di peso. La formazione dei calcoli renali e l'artrite saranno le prime malattie a essere studiare una volta che i mini-organi saranno a bordo della Stazione Spaziale, diventata ormai un grande laboratorio internazionale.

Lo spazio e' anche l'ambiente ideale per sperimentare farmaci e i mini-organi potrebbero diventare il laboratorio ideale per osservarne gli effetti.
Il progetto di ricerca e' finanziato dall'iniziativa Tissue Chips in Space, nata dalla collaborazione tra il laboratorio americano a bordo della stazione orbitale, il centro nazionale per l'avanzamento delle scienze traslazionali dei Nih(Ncats) e l'Istituto nazionale degli Stati Uniti per le immagini biomediche e la bioingegneria.